ROSSO

critture in Transito tra Letteratura e Cinema

ROSSO

Il Seminario, "Scritture in Transito tra Letteratura e Cinema", guidato da Silvia Acocella (Letteratura italiana contemporanea) con il supporto di Ludovico Brancaccio (montatore), analizzerà il colore più archetipico, il primo che l'uomo abbia ricreato: il rosso, che è alla base del campo semantico del coloratus del mondo latino e della percezione visiva del mare omerico.

Un fil rouge ci guiderà attraverso la dominate cromatica del rosso tra immagini-movimento e pagine letterarie, partendo dal cinema di Kubrick e seguendo una linea tracciata dal sangue, accostato prima al bianco primitivo della neve e del latte e poi al corpo della donna. Tra Eros e Thanatos, il sangue sarà al centro delle notti di Dracula, ma non il suo pensiero dominante: è una donna che insegue tra il volgere dei secoli e delle sorti umane, l'unica per la quale il suo cuore continua a battere e a bramare sangue. La leggenda orientale del filo rosso legherà con la stessa indissolubilità il destino d'amore di due anime e la trama visiva di Dolls di Kitano, fino a lasciarne sospesa la morte. Dopo un confronto tra il rosso occidentale e quello d'Oriente, la luce verrà dalla fiamma, unendo il fuoco al racconto (Agamben) e la verticalità tremante della candela alla rêverie (Bachelard). Il male della storia sarà fissato in un cappottino rosso che attraverserà il bianconero di Schindler's List. Avvicinandosi alla transizione con il giallo, l'aria si colorerà di tramonto, avvolgendo il declino di intere civiltà. Il tramonto dell'Occidente (Spengler) sarà contemplato dall'arancione su cui poggia il Grand Budapest Hotel e l'«affascinante e vecchia rovina della nostra Europa», mentre l'ultimo barlume di humanitas affiorerà in un pallone immaginario sulla terra d'Africa di Timbuktu. Le radici dell'uomo, spento il rosso del sangue e del fuoco, avranno il colore arancio di questa polvere, sabbia di clessidra, sospesa nel vento dei racconti.

giovedì 14 marzo 2019, aula Piovani (ore 13-15)

 

IL SEMINARIO CORRISPONDE A 4 CFU ed è APERTO A TUTTI

 
 

Allegati:


In primo piano